pinscher nano

Pinscher nano

Il Pinscher nano non è collegato con il Dobermann ed in effetti è una razza più antica del Dobermann. Sviluppato in Germania dalle razze dei terrier compreso il Pinscher tedesco, lo scopo in origine del Pinscher nano era quello di cacciare i topi nelle stalle dove normalmente vivevano tenendo così a freno un’eccessiva e rapida riproduzione.
Il sangue del piccolo levriero italiano può essere stato aggiunto per dare un passo elegante e con quella particolare alzata di zampa. La parola Pinscher significa terrier in tedesco.

pinscherOggi la vivacità e la personalità raggiante del Pinscher nano, lo rendono un compagno affascinante. Alcuni pregi del Pinscher nano sono l’obbedienza, una spiccata attitudine alla guardia e l’agilità.

“Il Pinscher nano è un compagno piccolo e coraggioso, molto esigente e cocciuto. Questo cane fiero, superbo ed eccessivamente coraggioso abbaia con facilità. E’ leale verso il suo padrone, vivace, attento ed energico. Intelligente, vivace e per nulla pauroso, è un gran cane “nello spirito” ma piccolo nel corpo! Il pinscher nano è moderatamente protettivo. Alcuni cani di questa razza possono essere molto aggressivi nei confronti degli altri cani ma generalmente sono buoni sia con gli animali domestici in genere, sia con i bambini a patto che quest’ultimi non li infastidiscano. Sono piuttosto sospettosi verso gli sconosciuti ma questo dipende da come sono stati abituati fin da cuccioli e se hanno avuto una buona socializzazione.
Il Pinscher nano è adatto per una vita d’appartamento e sarà felice anche senza un giardino. Bisogna proteggere il proprio Pinscher nano dal freddo.
Questi cani non richiedono parecchio esercizio fisico ma si dovrebbe dar loro in modo regolare delle occasioni per correre e giocare. Fare attenzione che lo spazio dove il Pinscher nano è libero di correre e saltare sia protetto da una recinzione abbastanza alta da impedire ogni suo tentativo di fuga, in quanto è un cane curioso e desideroso di esplorare il mondo intorno a lui.”

(tratto da “Inseparabile” )

Questo cane, essendo di piccole dimensioni, non ha bisogno di grandi quantità di cibo. Cento grammi di alimento al giorno saranno sufficienti a garantire una giusta alimentazione e a mantenere il cane in forma.
I pasti possono essere sia a base di mangimi che di piatti preparati in casa.
I mangimi, secchi e umidi, hanno il vantaggio principale di essere già bilanciati e proporzionati alle esigenze alimentari del cane. La qualità di questi cibi è però fondamentale, e spesso il prezzo può essere un buon indicatore.
La corretta alimentazione è fondamentale nel cane e quando è corretta previene l’insorgenza di molte malattie e disfunzioni.

“Il Pinscher nano può imparare molto ed è proprio quello che desidera. Per la sua socializzazione è certamente conveniente portare il cane da cucciolo ai corsi dove può venire a contatto con altri cani e persone.  

Rimarrete sorpresi per la velocità con cui il vostro Pinscher nano vi capirà ed obbedirà.

Prestate particolare attenzione a quando “sporcherà” in casa, in quanto a volte visto la “piccola pozza” che fa, non viene sgridato ma questo è sbagliato in quanto il cane capirà che sarete felici di accettare quotidianamente i suoi bisognini in casa.
Il Pinscher nano è spesso chiamato “il re dei toy”.
Bisogna stare molto attenti a quello che masticherà in quanto se giocherà con dei pezzi piccoli potrà rischiare di soffocare.”

(tratto da “Inseparabile” )